L'Annunciazione - Incontro sul fiume

Stefano Giovannone


L'Annunciazione - Incontro sul fiume - Stefano Giovannone

Tecnica mista, 200 x 400 cm

 

   Sempre più spesso in questi ultimi anni si discute costruttivamente intorno alle problematiche del sacro e al rapporto con l'arte contemporanea, nel desiderio di offrire nuovi spunti ad una ricerca complessa in cui i termini tradizione e sperimentazione non rappresentano i due poli di un'irrisolta contrapposizione, quanto piuttosto l'esigenza di rapportarsi costruttivamente al passato per riflettere sul presente e cogliere le motivazioni profonde delle progettualità e delle pratiche espressive che attraversano la contemporaneità.

   In questa logica si inserisce l'iniziativa dell'Officina della Cultura, che ogni anno invita un artista, un giovane artista, ad affrontare un tema tratto dall'iconografia cristiana per realizzare una decorazione monumentale, da collocarsi esternamente in un predefinito percorso cittadino.

   Quest'anno a Stefano Giovannone, pittore che con lucida intelligenza porta avanti un'analisi sulle possibilità espressive della figurazione, sia pure svuotata di ogni volontà rappresentativa, è stato affidato il difficile compito di ricostruire per immagini l'emblematico episodio dell'Annunciazione a Maria.

   Il punto di partenza è stato quello di superare la didascalizzazione dell'episodio, la volontà di non raccontare con lucida chiarezza gli accadimenti quanto semmai di evocare l'intensità del sentire. Per questo motivo è sparita ogni tradizionale collocazione ambientale e qualsiasi connotazione temporale: la giovane panneggiata con ricercata semplicità in una stoffa rozzamente tessuta è accovacciata a terra, mentre la presenza angelica, percepita come persistenza iconica ridotta ai suoi simbolici attributi, non incute timore, piuttosto rafforza la consapevolezza dei ruolo cui la donna è destinata da una volontà superiore.

   L'intera composizione è costruita intorno alla perentorietà del gesto della vergine, che non è citazione tout court, quanto coscienza della necessità di relazionarsi dialetticamente con la complessità culturale della grande tradizione della pittura occidentale, intesa come possibilità di trasformare creativamente le sollecitazioni provenienti dall'arte stessa, e non come vuoto esercizio sul passato. A dominare è il colore steso in ampie campiture materiche e accordato attraverso leggere velature di luce per creare una superficie trepidante di infinite vibrazioni, in cui gli ocra, gli azzurri e i verdi sono la struttura complessa di un elementare paesaggio. Ogni particolare denotativo, che finirebbe per ridurre la visione in veduta, è cancellato e la pittura rappresenta la possibilità di essere dentro la natura, di sentire e vivere attraverso essa l'emozione della totalità. Perché, sembra suggerire Giovannone, è nella natura, nel suo inarrestabile divenire, che l'uomo ha la possibilità di scoprire la sacralità della vita ma, soprattutto, è in essa che l'uomo ha la possibilità di conoscere se stesso per misurarsi continuamente con i propri limiti ed esorcizzare la paura e l'ossessione della finitudine.

   L'atto di dipingere diventa così fatalmente l'unica occasione per riappropriarsi della coscienza di sé e delle proprie origini, per discendere verso la radice delle cose, l'opportunità di superare le apparenze fenomeniche per raggiungere la realtà dello spirito.

 

 

 

L'Annunciazione - Incontro sul fiume - Stefano GiovannoneSciarada
Chiostro di S. Francesco, Alatri (Fr), 1998
Premio Maurizio Marchese
Ass. culturale La Cuba d'Oro, Roma, 1998
Premio biennale di pittura Felice Casorati
Castello di Pavarolo e casa Castrati, Torino, 1999
Borsa di studio David Molinari
Segnalato tra i finalisti, Firenze, 1999
Premio Maurizio Marchese
Ass. culturale La Cuba d'Oro, Roma, 2000
Premio C.A.S.A.
Sito internet della Giunti Multimedia, 2003
Trofeo Brera
Galleria d'arte 2000, Milano, 2001
Nuovi segnali
Palazzo Tronconi, Arce (Fr), 2002
Quaderni dell'Officina della Cultura
Illustrazione dell'undicesimo Quaderno, Carnello (Fr), 2002
Premio Arte Mondadori
Segnalato tra i finalisti, Milano, 2003
Xl art rigenerazione
Camera di Commercio, Frosinone
Galleria d'arte La Catena, Veroli (Fr)
Ex Mattatoio, Isola del Liri (Fr), 2004
Premio Arte Mondadori
Segnalato tra i finalisti, Milano, 2004
Incipit
Ex Mattatoio, Isola del Liri (Fr), 2005