Costruire sostando

 

Festa della mamma 2017 - Carnello

 

Molte civiltà si sono distinte per le loro capacità costruttive[...]

Tutto ciò ci parla di permanenza: vogliamo esserci, stare, so-stare là dove pensiamo di poter incontrare, conoscere e riconoscere.

Per questo sempre più spesso ci raccontiamo agli altri, spinti, forse, anche da una apparente carenza di senso di questa permanenza in una terra che pare sempre più instabile[...]

Anche quest’anno, dunque, accogliendo la necessità di mostrare agli occhi e far udire agli orecchi, il palpito di tutto un mondo che ci sta dentro e che aspetta solo una occasione per emergere alla superficie, dedichiamo alle mamme i racconti di tanti che le hanno vissute, amate, “concepite” nei ricordi e nell’anima. Il mezzo è sempre lo stesso, la forma teatrale che, come scrive Victor Hugo “non è il paese della realtà : ci sono alberi di cartone, palazzi di tela, un cielo di cartapesta, diamanti di vetro, oro di carta stagnola, il rosso sulla guancia, un sole che esce da sotto terra. Ma è il paese del vero: ci sono cuori umani dietro le quinte, cuori umani nella sala, cuori umani sul palco.”


 

Festa della mamma - Foto 2017